Come capire se un’azienda è affidabile e prevenire gli insoluti

Dopo il Covid cresce il rischio d’insolvenza

Man mano che verranno meno le misure di sostegno alle imprese, introdotte dagli Stati per affrontare la crisi pandemica, saranno possibili “tassi di insolvenza notevolmente più elevati rispetto a prima della pandemia, soprattutto in alcuni Paesi dell’area euro”. L’ultimo rapporto della BCE sulla stabilità finanziaria lancia l’allarme sulla situazione che potrebbe verificarsi nel sistema produttivo con la fine della stagione caratterizzata da moratorie e garanzie statali sui prestiti. Un ritorno alla normalità inevitabile, ma che se realizzato in tempi brevi e senza gradualità, secondo stime della CNA, potrebbe creare grossi problemi con “un’impresa su tre che non sarebbe in grado di rispettare gli impegni e quasi la metà che avrebbe molte difficoltà”.

Valutare la solidità dei clienti usando documenti ufficiali

Dunque oggi più che mai per aziende e istituti è fondamentale prestare grande attenzione all’affidabilità della controparte per minimizzare i rischi di insoluti
Per fortuna gli strumenti per valutare la capacità – quanto meno quella passata - di un cliente nell’onorare gli impegni presi non mancano, con differenti gradi di approfondimento.
Cominciamo con i documenti ufficiali, conservati presso il Registro delle Imprese, una vera e propria anagrafe informatizzata delle società presenti sul territorio nazionale tenuto presso Infocamere, società consortile delle Camere di Commercio. Indicando i dati identificativi dell’impresa con la quale si ha intenzione di fare business, è possibile scaricare via Internet una serie di documenti utili alla valutazione di chi si ha di fronte, anche per un’analisi di tipo predittivo. 

 

affidabilità

 

Il punto di partenza è costituito dal bilancio aziendale che risponde a un obbligo di pubblicità relativamente allo stato economico, finanziario e patrimoniale di una società di capitali. Un documento completo, relativo all’ultimo esercizio, ma la cui lettura può risultare ostica per i non addetti ai lavori, a causa della grande quantità di dati e informazioni presenti.      
Un altro documento utile è il fascicolo camerale, che riporta la documentazione completa come la visura camerale, lo statuto, le società controllanti e le partecipazioni in altre società ed eventuali pratiche in istruttoria. Il documento si può richiedere negli archivi della Camera di Commercio.

Per facilitare il lavoro del manager nell’analisi di questi documenti complessi può essere utile affidarsi a consulenti qualificati, che selezioneranno solo i dati e le indicazioni che sono rilevanti per la valutazione dell’affidabilità del soggetto. Quanto all’esame delle situazioni critiche, può essere utile analizzare anche le pregiudizievoli a carico di una persona fisica o di un immobile collegati alla società in esame. 

La visura protesti consente invece di consultare il registro informatico dei protesti, contenente i mancati pagamenti accertati da un ufficiale levatore. É possibile anche ottenere la visura delle procedure in corso.

 
affidabilità

 

Perché usare piattaforme di machine learning

Fin qui i documenti ufficiali, che hanno però diversi limiti: rispondono a quanto attestato dalla stessa impresa, non sono tempestivamente aggiornati sull’evoluzione della vita aziendale e usano documentazione tradizionale, che spesso non è abbastanza dettagliata per le esigenze delle società.
Uno strumento importante è il rating commerciale, che certifica se un’azienda è nelle condizioni di onorare i suoi impegni, debiti inclusi, entro un orizzonte temporale determinato. 
Nel caso di Innolva, il calcolo prende in considerazione tutte le informazioni ufficiali e non ufficiali disponibili sulle imprese e le mette in relazione al mercato, sulla base di modelli statistici evoluti. Il risultato è un punteggio che esprime in modo puntuale l'affidabilità di un'impresa.

Un approfondimento ulteriore si può fare rivolgendosi a strumenti analitici che, oltre ad attingere alle fonti ufficiali, fanno anche leva sul valore aggiunto offerto dalle nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale. È il caso di servizi smart come Early Warning di Innolva, che basandosi su database proprietari, raccolgono e analizzano i dati di milioni di imprese, profili di amministratori e soci, proprietà immobiliari e altre informazioni, per individuare una serie di indicatori di anomalia comportamentale ad alta frequenza basati su segnali deboli. L’obiettivo di questo e di analoghi servizi è effettuare una diagnosi precoce per rilevare tempestivamente la crisi della società e salvaguardare la capacità imprenditoriale della propria azienda.

A questo proposito si parla di “segnali deboli” per indicare che non si tratta di alert rilevabili a livello umano e di immediata comprensione, bensì di indicatori comportamentali che vale la pena seguire con attenzione e che predicono con una certa accuratezza trend in peggioramento. Insomma, spie rosse che consiglierebbero ulteriori approfondimenti.

 

 


Vuoi dare più forza e valore al tuo business?
PROVA UN SERVIZIO
ARTICOLI SIMILI