Cosa sono le obbligazioni ESG e come possono essere utili a un’impresa

Raccogliere denaro per finanziare la transizione ecologica è un’operazione sempre più strategica sia per le imprese che per il sistema Paese. Le obbligazioni legate agli standard ESG (Environmental, Social and Governance) rappresentano una tipologia di scelte finanziarie legate a target di sostenibilità, non solo ambientale, che permettono alle aziende di ottenere risorse con le quali realizzare e raggiungere elevati standard di sostenibilità, migliorando al contempo il proprio rating ESG e imprimendo un’accelerazione sostanziale alla lotta ai cambiamenti climatici e alla transizione.

Se da una parte tali strumenti consentono di accelerare la lotta al climate change, dall’altra rendono le stesse imprese emittenti molto più sostenibili, a vantaggio del rating ESG, che permette, inoltre, un accesso facilitato ai finanziamenti bancari. Si emette l’obbligazione, la si sottoscrive e si immette liquidità nel sistema Paese, prestando denaro alle imprese e alle amministrazioni che possono così accelerare la transizione, sotto forma di investimenti sostenibili

Dal 2007, anno in cui la Banca europea per gli investimenti ha emesso la prima obbligazione, sono sempre più le aziende e attività che hanno iniziato a crearne di proprie, dando vita a un vero e proprio circuito virtuoso.

 

Obbligazioni ESG

 

Le obbligazioni ESG o ESG bond, sono essenzialmente di quattro tipologie, a seconda dello scopo finale per la quale si emettono:
verdi; 
sociali;
sustainability;
sustainability-linked.

I bond “verdi”, “sociali” e “sustainability” sono utilizzati per finanziare progetti specifici, mentre quelli “sustainability-linked” (ovvero legati alla sostenibilità) si prefiggono obiettivi mirati di sostenibilità. Ad oggi i bond ESG rappresentano il 10% delle obbligazioni emesse nel mondo ma stanno attirando una base di investitori sempre più ampia e diversificata, ponendo le basi per una crescita esponenziale del mercato. 

L’emissione dei green bonds, quelli appartenenti alla prima famiglia, si aggiunge poi a quella dei Social Bonds e dei Sustainable Bonds. I secondi rappresentano un prestito obbligazionario finalizzato al sostegno di iniziative di elevato interesse sociale e umano e permettono, per esempio, di coniugare obiettivi economici individuali con quelli in grado di creare valore per la società. Attraverso i Sustainable Bonds, invece, viene offerta agli investitori l’opportunità di accostare i loro obiettivi finanziari a quelli di sostenibilità sociale e ambientale. Per esempio, tali strumenti di finanziamento sono destinati a sostenere progetti legati alla sanità, all’agricoltura e all’istruzione.

Le obbligazioni ESG svolgono un ruolo di rilievo nel raggiungimento degli obiettivi sociali e climatici globali. Appare ormai certo infatti come la salvaguardia del pianeta, il miglioramento delle condizioni di vita e la sostenibilità dei business aziendali con annessi investimenti sostenibili, passi attraverso l’emissione di obbligazioni ESG. Il mercato è in espansione e nei prossimi anni, complice anche la crisi energetica globale in atto, i volumi di obbligazioni ESG aumenteranno considerevolmente.

 

Obbligazioni ESG

 

Secondo una recente ricerca condotta da “Pictet Asset Management e Institute for International Finance”, le emissioni globali di tale tipologia di bond potrebbero arrivare a circa 4.500 miliardi di dollari all’anno, in termini di stock emessi sul mercato, nel 2025. 

Ad oggi il volume degli investimenti sostenibili legati al clima nei Paesi in via di sviluppo è pari a circa 82 miliardi di dollari e rappresenta una quota pari a meno dell’8% dei flussi di capitali transfrontalieri totali verso tali aree. Lo sviluppo dei bond ESG potrebbe fare davvero la differenza e imprimere un’accelerazione al mercato, creando i presupposti e le basi per un debito sostenibile e al servizio della transizione. Anche l’Italia è in prima fila sul fronte delle emissioni delle obbligazioni ESG. Recentemente il Ministero dell’Economia ha lanciato un nuovo collocamento, il BTP Green Aprile 2035, titolo di Stato con cui si finanziano spese pubbliche a ridotto impatto ambientale, e con cui l’Italia partecipa a pieno titolo al mercato del debito sovrano collegato alla finanza sostenibile. 

Non è tutto. C’è poi il risvolto più direttamente connesso alle imprese. I fattori ESG fanno bene alle aziende perché migliorano i rendimenti ma soprattutto creano valore soddisfacendo tutti i soggetti coinvolti. Valore inteso come miglioramento delle condizioni di lavoro, della gestione del tempo e delle risorse umane, dell’impatto sull’ambiente. Unitamente al fatto che un’azienda ben gestita, responsabile, che investe nella cura delle persone, dei clienti e dell’ambiente e che dunque soddisfa tali standard, ha maggiori probabilità di evidenziare una migliore tenuta e di performare meglio rispetto a una che non presenta queste caratteristiche, dunque ad allargare il business oltre a sostenere il cammino della transizione. 
Per capire quanto un’azienda sia vicina ai parametri ESG, l’analisi applicata alle aziende gioca un ruolo fondamentale, perché fornisce informazioni preziose sui fattori che possono influire significativamente sui parametri finanziari di un’azienda, permettendo di intraprendere decisioni d’investimento più consapevoli e informate sui propri partner per una sana e strategica supply chain.
Per queste ragioni diventa sempre più importante prendere decisioni d’investimento non solo su dati storici retrospettivi ma anche su analisi prospettiche e dinamiche che guardano alle opportunità dei fattori Esg. Innolva, grazie ai servizi offerti in tema di sostenibilità, valuta il posizionamento delle imprese sugli aspetti di sostenibilità ambientale, sociale e di governance e predispone strategie di lungo periodo in tale direzione. Inoltre,  Innolva nell’ambito della sua offerta fornisce un’analisi accurata dei fattori ESG mediante l’utilizzo di specifici indicatori che andranno ad esprimere una sintesi utile a valutare il livello dell’azienda nelle aree ESG.


Vuoi dare più forza e valore al tuo business?
PROVA UN SERVIZIO
ARTICOLI SIMILI