Le procedure sul recupero crediti: cosa dice la legge e cosa può fare un’azienda

Ad ogni imprenditore è capitato di dover procedere al recupero di un credito che un cliente non voleva o non poteva pagare, ma non tutti hanno deciso di procedere nello stesso modo. 
C’è chi si è rivolto a un avvocato e ha imboccato senza alcuna esitazione la via giudiziale e chi ha invece preferito rivolgersi ad un’agenzia di recupero crediti privilegiando, almeno in prima battuta, la via stragiudiziale
La differenza è sostanziale non solo perché le due strategie di recupero sono molto diverse fra loro, ma anche perché i risultati in termini di somme recuperate e di tempo trascorso possono essere differenti.

Il recupero crediti giudiziale e quello stragiudiziale

Chi si affida all’avvocato talvolta riesce a recuperare solo una minima parte del credito e per di più dopo moltissimo tempo. Non altrettanto avviene invece quando si dà l’incarico a un’azienda specializzata. 
La differenza non è data dalla bravura di quest’ultima e dall’inadeguatezza dell’avvocato, che può anche essere un ottimo professionista.

 

Le procedure sul recupero crediti: cosa dice la legge e cosa può fare un’azienda


Anzi, adesso che la pandemia di Covid-19 ha ulteriormente rallentato lo smaltimento delle pratiche, i tribunali sono letteralmente oberati di pratiche e, se possibile, i tempi sono ancora più lunghi di quelli pre-Covid. A questo si aggiunga il fatto che la giustizia ha un costo e chi vanta il credito deve sempre anticipare le spese, salvo poi vedersele riconoscere dal giudice. Ma non sempre questo avviene, oppure avviene solo in parte.
Dalla quota di credito recuperata, che quasi mai raggiunge il 100%, vanno quindi detratte anche le spese sostenute per ottenere lo spettante. E quando si parla di costi non c’è solo la parcella dell’avvocato, ma anche voci quali perizie e contributi.

Quando usare la soft collection e quando l’hard collection

Questo non significa che la via giudiziale vada esclusa a priori e che la normativa che regola la procedura di recupero crediti possa essere ignorata. Anzi, vale esattamente il contrario: per ottenere il pagamento di una fattura insoluta in via “amichevole” bisogna conoscere molto bene la legge. Ed esser pronti ad adire alle vie giudiziarie come extrema ratio
L’argomento più convincente per il debitore è che se riesce a trovare un accordo con il creditore avrà innumerevoli vantaggi e nessuno svantaggio, a partire da costi minori, maggiore flessibilità di rimborso nel caso in cui venga trovato l’accordo su un piano rateale e nessuna segnalazione che possa pregiudicare la sua attività futura.
In termini tecnici si parla di “soft collection”, ovvero il tentativo di recuperare il credito senza doversi rivolgere a un giudice, e di “hard collection”, cioè passando per un tribunale. Questi due metodi vengono usati in sequenza ma in alcuni casi possono anche andare di pari passo. Le tecniche, collaudate grazie al know-how, all’esperienza e alla professionalità, vengono sapientemente dosate per ottenere il risultato migliore in base ad ogni singola esigenza. 

 

Le procedure sul recupero crediti: cosa dice la legge e cosa può fare un’azienda

 

Il primo passo della procedura da seguire per il recupero crediti è l'invio di una comunicazione scritta di intimazione a pagare al soggetto interessato. Può essere una lettera di messa in mora (con cui il creditore intima ufficialmente alla controparte di compiere un determinato adempimento) oppure una diffida ad adempiere (con cui sollecita la controparte affinché adempia un determinato obbligo contrattuale entro un termine congruo). Si tratta di due strumenti formali e scritti che hanno delle precise conseguenze giuridiche.
Quello che in ogni caso è necessario fare è inviare una comunicazione che interrompa la prescrizione dei crediti e che intimi al debitore di pagare i suoi debiti entro determinati limiti temporali.
Ai sensi dell’articolo 2946 del Codice civile, infatti, il termine ordinario di prescrizione per far valere un diritto in giudizio è di 10 anni. Mentre l’ingiunzione di pagamento o decreto ingiuntivo è disciplinata dagli articoli 633 e 656 del Codice di procedura civile e consente, qualora il giudice accolga la domanda, di ricevere la somma dovuta entro 40 giorni.
Se si omette questo passaggio, che deve essere fatto da un professionista per non commettere errori, si rischia di dover rinunciare in futuro al proprio credito. L’invio di un’ingiunzione di pagamento non comporta comunque l’apertura di un procedimento giudiziario. Anzi, il più delle volte serve proprio ad evitarlo. Ricorrere a questo procedimento è vantaggioso per un insieme di fattori - tra questi la velocità, i costi contenuti e la validità come titolo esecutivo e passaggio preliminare per i passaggi legislativi successivi. 

I vantaggi offerti da una società di recupero crediti

Un’azienda specializzata in questo campo è in grado di ottenere questo risultato mettendo in campo interventi di progressiva incisività sia per agire sui mancati pagamenti a garanzia della liquidità aziendale, che per ridurre i giorni medi di incasso. E questo sia che la controparte sia in Italia che all’estero.
Chi si rivolge ad Innolva per il recupero dei crediti ha anche il vantaggio di poter accedere a tutti gli altri servizi che offre e che, in molti casi, sono di grande aiuto già nella fase soft collection. Conoscere la solidità patrimoniale dell’azienda debitrice, sapere chi sono i proprietari e le persone collegate e reperirli con mirati servizi investigativi permette infatti di decidere quale sarà la strategia migliore per ottenere il pagamento delle fatture insolute. 
Tutte le attività sono sempre effettuate in linea con gli alti standard professionali ed etici di UNIREC, l’associazione di riferimento per l’attività di recupero crediti. Innolva adotta e promuove comportamenti e processi virtuosi nell’ambito della propria attività, tutelando con la massima riservatezza i dati forniti e garantendo qualità ed attenzione nel perseguire gli interessi del cliente e conservare la relazione commerciale tra gli attori coinvolti nel pieno rispetto dei diritti del debitore
.


Vuoi dare più forza e valore al tuo business?
PROVA UN SERVIZIO
ARTICOLI SIMILI